Chiesa di Santa Maria Mater Domini

Racchiusa tra due strette calli, ricostruita tra il 1502 e il 1540, su precedente edificio bizantino. La facciata in pietra d’Istria, iniziata nel 1502, sembra fosse stata completata da J. Sansovino che fu terminata nel 1540, anno della consacrazione. All’interno croce greca con quattro cappelle d’angolo con opere di vari artisti. Su tutti il capolavoro di Vincenzo Catena “Martirio di Santa Cristina”, datato 1520. Recentemente restaurata, la chiesa è però difficilmente visitabile.

Alcuni hotel presenti in zona